“IL RITORNO”

Care ragazze, rieccomi finalmente! Dopo aver lottato per circa due ore nel tentativo di ricordarmi l’accesso chiave al mio sito, son risorta e tornata tra voi. Questa settima, super frenetica credetemi, mi ha tenuta lontana dal mio blog ma mi ha indotto a pensare a qualcosa di divertente e innovativo, tanto per farvi partecipe delle mie sventure. Ho deciso dunque di creare una nuova categoria intitolata appunto “il diario di ciliegina vintage” dove vi racconterò le mie giornate, sarà un modo come un’altro per sfogarmi, raccontarvi un po di me e magari confrontarmi con persone con i miei stessi problemi perchè no.

Allora iniziamo. Il mese scorso ho compiuto 18 anni Yeeee!!!! Anche se la vecchiaia e il peso della maturità cominciano a farsi sentire. Ne sono un’esempio le occhiaie sempre più evidenti sotto i miei occhi, dovute sia al tempo che passa, sia alla scuola che mi tormenta. Non fraintendete, me la cavo, meglio sopravvivo!

C’è una cosa però della scuola che non sopporto, e cioè la stupidità dei professori.                                                                 Sono convinti infatti che esista solo la loro materia e non sia accorgono di mandare in crisi lo studente rinfilando tutti i compiti che avremmo dovuto fare con calma durante il mese, nell’ultima settimana. Ecco, adesso vorrei raccontarvi un piccolo aneddoto che mi è capitato proprio oggi. Nella mia classe, si usa fare i gruppi per le interrogazioni, in modo da organizzarci e gestire meglio l’attività e prendere tutti bei voti. Dopo aver stipulato questi gruppi con sorteggio, cosa per me inutile e presto capirete perchè, una ragazza nel primo gruppo, che vanta di abilità scolastiche sovrannaturali, chiede alla prof di farsi spostare perchè in quella settimana abbiamo troppi compiti in classe e interrogazioni e dunque non riusciva a studiare, così la prof la sposta all’ultimo giorno delle interrogazioni. Allora anche io a questo punto chiedo di farmi spostare, dato che mercoledì, cioè oggi, avevo interrogazione e compito di italiano. Lei mi guarda (la prof) e in tutto tono mi risponde che italiano non si studia. Non si studia? NON SI STUDIA????? Okay, italiano non si studia è un dato di fatto, ma sono comunque 3 ore di saggio breve, come pretendi che dopo tre ore di compito abbia la lucidità sufficiente a sostenere un’interrogazione con lei? Dopo essere stata brutalmente pugnalata alle spalle da quegli idioti dei miei compagni di classe (che tra l’altro si scorderanno i miei schemi e mappe) ho dovuto andar incontro al mio destino e affrontare la triste realtà. I ragazzi che erano nel gruppo con me sapete cosa mi hanno risposto? “Ebbè ci vai e basta come io ci vado e basta”.

-.-”

Oggi arrivo in classe e sorpresa delle sorprese, uno dei due campioni manca e l’latro decide di non venire. Conclusioni:sono rimasta fottuta un’altra volta andando da sola all’interrogazione e facendomi martellare di domande per un’ora e mezza per poi prendere un misero 6. SEI! S.E.I.!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

Ma dico siamo impazziti per caso? Cioè, neanche ad apprezzare il fatto che io a discapito di quei deficienti sono venuta e, scusate la volgarità, mi sono spaccata il culo per studiare?

…. sono curiosa di scoprire quando prenderanno quegli idioti!

P.S. Se mai leggerai questo testo amica mia ci tenevo a dirti: Tanti auguri ziaaaa!!!!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...